Alimenti che contengono Niacina (Vit. B3) (decrescente)

Standard

Con il termine vitamina PP, si intende più comunemente la niacina, vengono indicati sia l’acido nicotinico, sia la nicotinamide. Coenzimi che partecipano alla sintesi di acidi grassi e aminoacidi.

La niacina può sintetizzarsi dal triptofano, il fabbisogno di questi due elementi viene espresso dal termine “Niacina Equivalenti”. La niacina b3 è presente nel lievito, nelle carni, ed è stabile ai processi ai quali questi alimenti vengono sottoposti.

Nei cereali la niacina è presente in gran parte sotto forma di un glicoside dell’acido nicotinico, non biologicamente disponibile. Molto probabile che in una dieta non ci sia un fabbisogno assoluto preformato di niacina, poiché l’assunzione di triptofano è più che sufficiente per soddisfare le necessità. In tale senso l’acido nicotinico e la nicotinamide non sarebbero da considerare una vera vitamina. L’assunzione raccomandata è di circa 13 mg di Niacina Equivalenti nell’adulto medio che spende in media 2000 Kcal. La pellagra, malattia che colpisce la cute, l’apparato digerente e il sistema nervoso centrale, può essere causata proprio dalla mancanza di niacina e triptofano. Fortunatamente tale malattia è ancora poco diffusa, giacchè il fabbisogno di niacina può essere coperto dal triptofano almeno in parte.

Ecco un piccolo memorandum riassuntivo :

RUOLO: coinvolta nel metabolismo degli alimenti per la produzione di energia

CARENZA: pellagra

ECCESSO: arrossamenti e prurito, asma, disturbi intestinali, uricemia, tossicità epatica

ALIMENTI: carne, pesce, cereali, latticini, frutta secca in guscio, legumi